Come ottenere la cittadinanza italiana per residenza

• Tempo di lettura: 2 minuti

Il cittadino straniero per ottenere la cittadinanza italiana per residenza deve avere uno periodo continuo di residenza (una residenza anagrafica ininterrotta) pari o superiore a 10 anni.

Possiamo considerare il termine dei 10 anni lo standard anche se esistono alcune casistiche particolari.  

Ad esempio:

  • Per il cittadino apolide o rifugiato il termine scende a 5 anni
  • Per il cittadino comunitario il termine scende  4 anni
  • Per il cittadino straniero nato in Italia e con padre o madre (o uno degli ascendenti per linea retta di secondo grado) cittadini italiani per nascita (che abbiano perso o rinunciato alla cittadinanza) il termine scende a 3 anni
  • Per il cittadino straniero maggiorenne adottato da cittadino italiano il termine scende a 5 anni

Ad esclusione di queste casistiche, vale il principio dei 10 anni di residenza continuativa e ininterrotta.

Iscrizione all’anagrafe e permesso di soggiorno

Nella documentazione presentata non basta uno storico di 10 anni relativo al proprio permesso di soggiorno.

È indispensabile dimostrare la presenza in Italia con la documentazione relativa alla propria iscrizione all’anagrafe.

Il solo permesso di soggiorno senza una continuità di iscrizione all’anagrafe è il motivo principale alla base di molte lettere di diniego.

Per questo prima di presentare la domanda di cittadinanza può essere utile richiedere il proprio certificato storico di residenza. Questo permetterà di capire se esistano dei periodi non coperti nel corso dei 10 anni.

Molti cittadini stranieri sono stati cancellati dal registro dell’anagrafe senza essersene accorti e questo perché ad ogni rinnovo del permesso di soggiorno esiste l’obbligo di rinnovare la dichiarazione di dimora abituale.

Se questo non avviene dopo 6 mesi dalla scadenza del permesso di soggiorno, l’anagrafe del Comune di residenza solleciterà il cittadino a presentarsi con il rinnovo del permesso e con la dichiarazione di residenza, ma in mancanza di una risposta il cittadino verrà cancellato dei registri dell’anagrafe e questo anche se in possesso di regolare permesso di soggiorno.

Reddito per cittadinanza italiana per residenza

Attenzione! Per tutti i cittadini stranieri che rientrano in una delle fattispecie su indicate, è richiesto il possesso di un altro requisito, quello del reddito personale o del reddito familiare se appartenenti allo stesso nucleo familiare e sullo stesso stato di famiglia. Il reddito da considerare è quello relativo ai tre anni antecedenti alla domanda di cittadinanza nei seguenti limiti annuali:

  • euro 8.263,31 per richiedenti senza persone a carico;
  • euro 11.362,05 per richiedenti con coniuge a carico, aumentabili di euro 516,00 per ogni ulteriore persona a carico.

Come ti aiuto ad ottenere la cittadinanza italiana per residenza

Durante il primo appuntamento valuteremo tutti i documenti necessari per presentare la domanda di cittadinanza per residenza e non appena in possesso di tutto quanto è necessario procederemo all’invio della domanda online.

Fatto questo a Te non resterà che attendere, penseremo a tutto noi.

Controlleremo costantemente lo stato di avanzamento della domanda di cittadinanza per matrimonio e, nel caso, ci occuperemo di rispondere alle richieste della Questura.

Default image
Avv. Francesco Lombardini
Articles: 48