Nuovo decreto Flussi 2021/2022: quando si può inviare la domanda?

Decreto Flussi 2021 2022 quando si può inviare la domanda

CONDIVIDI

CONDIVIDI

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email

Nuovo Decreto Flussi bis 2022

E’ di pochi giorni fa la notizia che prevede, secondo le indiscrezioni, un secondo decreto flussi 2022 (anche chiamato decreto flussi bis) e a distanza di pochi mesi dal precedente che permetterà a tanti altri cittadini stranieri di entrare in Italia.

Flussi d’ingresso 2022, semplificazioni in arrivo

Il Governo ha approvato un pacchetto per “favorire l’immissione di manodopera nei settori produttivi che hanno espresso il maggiore fabbisogno”.

“Il Consiglio dei Ministri nella seduta n. 83 del 15 giugno 2022 ha adottato un pacchetto di misure per la semplificazione delle procedure di ingresso dei lavoratori stranieri allo scopo di favorire, anche in relazione agli investimenti e agli obiettivi previsti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza, l’immissione di manodopera nei settori produttivi che hanno espresso il maggiore fabbisogno”.

Molto probabilmente il secondo decreto flussi del 2022 non avrà un click day, questo significa che non ci saranno corse per inviare la domanda, anche se il mio consiglio da Avvocato Immigrazione è di inviare la domanda subito per evitare di uscire dalle quote in caso di molte richieste.

Il decreto flussi 2022 era stato pubblicato in gazzetta ufficiale il 17 gennaio 2022, questo significa che da quella data era diventato legge e si potevano inviare le domande nei termini previsti dal decreto.

Ma vediamo nel dettaglio con il secondo Decreto Flussi 2022: quando si può inviare la domanda.

Il decreto semplificazioni è legge: decreto flussi bis più veloce

Il decreto-legge 73/2022, pubblicato il 21 giugno 2022 in Gazzetta Ufficiale prevede semplificazioni importanti anche per i flussi d’ingresso per lavoro in Italia.

Tra le novità, c’è il rilascio del nulla osta, entro 30 giorni dalla pubblicazione del decreto-legge, per tutte le domande presentate nell’ambito del decreto flussi 2021, anche se entro quel termine non sono state ancora acquisite informazioni su eventuali elementi ostativi al rilascio.

La grande novità riguarda la possibilità di iniziare a lavorare in Italia direttamente con il nulla osta, senza dover attendere la conclusione del procedimento di regolarizzazione.

Il visto d’ingresso per chi ha ottenuto il nulla osta deve inoltre essere rilasciato entro 20 giorni dalla domanda.

Queste regole saranno in vigore anche per il decreto flussi 2022.

In quel caso, i 30 giorni per il rilascio del nulla osta, inizieranno a decorrere dalla presentazione della domanda.

Il decreto semplifica anche la verifica dei requisiti sull’osservanza delle prescrizioni del contratto collettivo di lavoro e sulla congruità del numero delle richieste, prevedendo che sia verificata da consulenti del lavoro e associazioni datoriali.

L’Ispettorato nazionale del lavoro, in collaborazione con l’Agenzia delle entrate, farà controlli a campione.

Infine, per accelerare su tutte queste procedure, è previsto un rafforzamento degli Sportelli Unici per l’Immigrazione.

Prima di leggere l’articolo

GUARDA IL VIDEO

Indice

Decreto flussi quando verrà pubblicato in Gazzetta Ufficiale?

In data 27 dicembre 2021 era stato registrato alla Corte dei Conti il nuovo decreto flussi e quindi in data 17 gennaio 2022 era stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale. 

Ora dobbiamo attendere che il secondo decreto flussi 2022 venga emanato e poi ,così come per il decreto flussi 2022 di dicembre, potremo conoscere la data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Caricare la domanda di decreto flussi

Dalle ore 9 del 12 gennaio 2022 sul portale del Ministero https://nullaostalavoro.dlci.interno.it/Ministero/index2 è possibile pre-compilare il modulo per la richiesta di quota e caricare già tutti i documenti che verranno poi trasmessi in modalità esclusivamente telematica. 

Quando si può inviare la domanda?

Le domande di decreto flussi potranno essere inviate in momenti diversi nel termine di 10 giorni o 15 giorni dopo il 17 gennaio 2022.  

Invio domande decreto flussi lavoro subordinato, autonomo e conversioni

Le domande di decreto flussi per lavoratori non stagionali, lavoratori autonomi e per le conversioni del permesso di soggiorno possono essere con il click day inviate dalle ore 9 del 27 gennaio 2022.

Le attività ammesse sono:

  • autotrasporti;
  • edilizia;
  • turistico-alberghiero. 
DECRETO FLUSSI QUANDO INVIARE LA DOMANDA

Invio domande decreto flussi lavoro stagionale

Le domande di decreto flussi per lavoratori stagionali possono essere con il click day inviate dalle ore 9 del 1 febbraio 2022.

Le attività ammesse sono:

  • agricolo;
  • turistico-alberghiero. 

Termine scadenza invio domande decreto flussi

Tutte le domande di decreto flussi potranno essere inviate entro e non oltre il 17 marzo 2022.  

So quanto sia difficile muoversi nel mondo del diritto e avere a che fare con la burocrazia italiana.
Per questo motivo il mio obiettivo è solo uno: aiutarti!
Ti accompagnerò, passo dopo passo, nel giusto percorso per ottenere quello di cui hai bisogno.

Cosa aspetti?

PERMETTIMI DI ASSISTERTI

SONO QUI PER AIUTARTI!

Ho scritto altri articoli sul decreto flussi 2021/2022 che potrebbero esserti utili:

Questo articolo è stato scritto da:

AVV. FRANCESCO LOMBARDINI

Avvocato del Foro di Forlì-Cesena • Fondatore e Titolare del sito avvocatofrancescolombardini.it 

CONDIVIDI

Naviga tra gli articoli: