Durata del permesso di soggiorno

durata del permesso di soggiorno

CONDIVIDI

CONDIVIDI

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email

Quanto dura il permesso di soggiorno?

Dipende.

La durata del permesso di soggiorno non è uguale per tutti i tipi di permessi di soggiorno, infatti, essa varia in base al tipo di visto utilizzato per l’ingresso in Italia e a seconda del motivo per il quale lo straniero è autorizzato a rimanere sul territorio nazionale.

 

Prima di leggere l’articolo

GUARDA IL VIDEO

Indice

Durata del permesso di soggiorno

Vediamo nel dettaglio le categorie dei vari permessi di soggiorno e la loro durata generale.

  1. soggiorno di breve durata per visite e affari => la durata è fino a 3 mesi;
  2. permesso per casi speciali => la durata è fino a 6 mesi (rinnovabile di un anno);
  3. permesso per lavoro stagionale => la durata è  fino a 9 mesi (non rinnovabile);
  4. permesso per studio o formazione  => la durata è fino a 1 anno (rinnovabile annualmente);
  5. permesso per lavoro autonomo => la durata è  fino a 2 anni (rinnovabile);
  6. permesso per lavoro subordinato a tempo indeterminato => la durata è fino a 2 anni;
  7. permesso per lavoro subordinato a tempo determinato => la durata è fino a 1 anno;
  8. permesso per ricongiungimento familiare (permesso per motivi familiari) => la durata è fino a 2 anni.

 

Durata del permesso di soggiorno per motivi di lavoro subordinato

Il permesso di soggiorno per motivi di lavoro subordinato è rilasciato a seguito della stipula del contratto di soggiorno per lavoro.

La durata del singolo permesso di soggiorno per lavoro è prevista dal contratto di soggiorno e, in ogni caso, non può superare:

  1. la durata complessiva di nove mesi, per contratti di lavoro stagionale;
  2. la durata di un anno, per i contratti di lavoro subordinato a tempo determinato;
  3. la durata di due anni, per i contratti di lavoro subordinato a tempo indeterminato.

Durata del permesso di soggiorno per motivi di lavoro stagionale

Per lavoro stagionale si intende quello svolto esclusivamente nei settori agricolo e turistico-alberghiero.

Si può ottenere questo tipo di permesso di soggiorno se c’è la richiesta di:

  • un datore di lavoro italiano o straniero regolarmente soggiornante in Italia; 
  • associazioni di categoria per conto dei loro associati.

Il permesso di soggiorno per lavoro stagionale ha una validità temporale minima di 20 giorni e massima 9 mesi – a partire dalla data di sottoscrizione del contratto di soggiorno – a seconda della durata del lavoro stagionale richiesto.

In caso di nuova opportunità di lavoro stagionale, entro il limite di nove mesi di validità massima, offerta dallo stesso o altro datore di lavoro l’autorizzazione al lavoro stagionale s’intende prorogata.

Durata permesso pluriennale per lavoro stagionale

Allo straniero che dimostri di essere venuto in Italia almeno 2 anni di seguito per prestare lavoro stagionale può essere rilasciato un permesso di soggiorno triennale, sempre per lavoro stagionale.

La durata temporale di ogni anno è la stessa dell’ultimo dei due anni precedenti. 

Lo Sportello unico, accertati i requisiti, rilascia il nullaosta triennale, con l’indicazione del periodo annuale di validità (che è quello di cui ha usufruito nell’ultimo dei 2 anni precedenti).

Durata del permesso di soggiorno per motivi di lavoro autonomo

Il permesso di soggiorno per lavoro autonomo può avere una durata massimo non superiore a due anni e può essere convertito in permesso di soggiorno per lavoro subordinato in presenza dei requisiti.

Che cos'è il rinnovo del permesso di soggiorno?

Il rinnovo del permesso di soggiorno è la procedura attraverso la quale il cittadino straniero richiedere il rilascio di un nuovo permesso di soggiorno.

Il permesso di soggiorno rinnovato e rilasciato al cittadino straniero avrà una durata non superiore a quella stabilita con il rilascio iniziale sempre che, alla data di scadenza, sussistano tutte le condizioni ed i requisiti che determinarono il primo rilascio. 

Quando si può chiedere il rinnovo del permesso di soggiorno?

Il rinnovo deve essere chiesto al Questore della provincia in cui dimora lo straniero almeno 60 giorni prima della scadenza (art.5, comma 4, T.U. Immigrazione).

Vuoi scoprire come rinnovare il permesso di soggiorno? Leggi l’articolo che ho realizzato, clicca qui.

So quanto sia difficile muoversi nel mondo del diritto e avere a che fare con la burocrazia italiana.
Per questo motivo il mio obiettivo è solo uno: aiutarti!
Ti accompagnerò, passo dopo passo, nel giusto percorso per ottenere quello di cui hai bisogno.

Cosa aspetti?

PERMETTIMI DI ASSISTERTI

SONO QUI PER AIUTARTI!

Il permesso di soggiorno può essere rinnovato se il cittadino straniero si allontana per lungo tempo dal territorio italiano?

Il permesso di soggiorno non può essere rinnovato, o prorogato, se lo straniero ha interrotto il soggiorno in Italia per un periodo continuativo superiore a 6 mesi, oppure, (per i permessi di durata almeno biennale), per un periodo continuativo superiore alla metà del periodo di validità del permesso di soggiorno, salvo che l’interruzione sia dovuta all’adempimento degli obblighi militari o altri gravi e comprovati motivi.

Vuoi scoprire quanto tempo puoi stare fuori dall’Italia senza perdere il tuo permesso di soggiorno? Leggi la guida che ho creato, clicca qui.

So quanto sia difficile muoversi nel mondo del diritto e avere a che fare con la burocrazia italiana.
Per questo motivo il mio obiettivo è solo uno: aiutarti!
Ti accompagnerò, passo dopo passo, nel giusto percorso per ottenere quello di cui hai bisogno.

Cosa aspetti?

PERMETTIMI DI ASSISTERTI

SONO QUI PER AIUTARTI!

quanto dura il permesso di soggiorno

Ricapitolando, quanto dura il permesso di soggiorno?

La durata del permesso di soggiorno è per:

  • permesso per casi speciali: durata 6 mesi e rinnovabile per 1 anno o più a lungo;
  • permesso per calamità: durata 6 mesi;
  • permesso per lavoro subordinato con contratto a tempo indeterminato: durata massimo 2 anni;
  • permesso per lavoro subordinato con contratto a tempo determinato: durata pari alla durata del rapporto o al massimo 1 anno;
  • permesso per lavoro autonomo: durata massimo 2 anni;
  • permesso per lavoro stagionale: durata massimo 9 mesi (a prescindere dal settore lavorativo);
  • permesso per attesa occupazione: durata almeno 1 anno, ovvero per tutto il periodo di durata della prestazione di sostegno al reddito eventualmente percepita dal lavoratore straniero, qualora superiore (L. 92/2012);
  • permesso per studio e formazione: durata 1 anno rinnovabile;
  • permesso per motivi familiari: durata come per il familiare titolare del diritto al ricongiungimento, o al massimo 2 anni;
  • permesso per atti di particolare valore civile: durata 2 anni;
  • permesso per volontariato: durata di norma 1 anno o al massimo 18 mesi ;
  • permesso per ricerca scientifica: durata pari a quella del programma di ricerca;
  • permesso per residenza elettiva: durata massimo 2 anni.
  • permesso per richiesta protezione internazionale: durata 6 mesi, rinnovabili di 6 mesi in 6 mesi fino al completamento della procedura;
  • permesso per protezione internazionale (status e sussidiaria): durata 5 anni;
  • permesso per protezione speciale: durata 2 anni;

So quanto sia difficile muoversi nel mondo del diritto e avere a che fare con la burocrazia italiana.
Per questo motivo il mio obiettivo è solo uno: aiutarti!
Ti accompagnerò, passo dopo passo, nel giusto percorso per ottenere quello di cui hai bisogno.

Cosa aspetti?

PERMETTIMI DI ASSISTERTI

SONO QUI PER AIUTARTI!

Con l’articolo di oggi spero di averti chiarito ogni dubbio sulla durata del permesso di soggiorno

Questo articolo è stato scritto da:

AVV. FRANCESCO LOMBARDINI

Avvocato del Foro di Forlì-Cesena • Fondatore e Titolare del sito avvocatofrancescolombardini.it 

CONDIVIDI

Naviga tra gli articoli: