Online il nuovo portale per inviare la domanda di cittadinanza

CONDIVIDI

CONDIVIDI

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email

Dal 18 gennaio 2021 è online al seguente indirizzo https://portaleserviziapp.dlci.interno.it/AliCittadinanza/ali/home.htm il nuovo portale per inviare la domanda di cittadinanza italiana.

Attenzione! Questo sito sostituisce interamente il precedente portale che non è più funzionante e dovrà essere utilizzato solamente per le domande di nulla osta al ricongiungimento familiare e decreto flussi.

Ma vediamo ora nel dettaglio come funziona il nuovo portale online per inviare la domanda di cittadinanza italiana!

Prima di leggere l’articolo

GUARDA IL VIDEO

Indice

Autenticazione con SPID

Per accedere alle procedure indicate è necessario effettuare l’accesso al Portale Servizi ALI mediante SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

L’autenticazione, per i richiedenti residenti in Italia e possessori di SPID, avviene tramite SPID – Sistema Pubblico di Identità digitale – consentendo al richiedente di accedere al sistema con un’unica identità digitale precedentemente verificata.

Le credenziali costituite da nome utente e password, vengono rilasciate al
richiedente nel momento di iscrizione a SPID
 e permettono un accesso più semplice a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione.

L’utente accede tramite il portale del Dipartimento libertà Civili Immigrazione, dalla sezione “Servizi Online”, e visualizza l’homepage del Portale Servizi ALI dalla quale seleziona il pulsante “Entra con SPID” per autenticarsi con le credenziali SPID.

Pratica cittadinanza

Dopo aver selezionato “Entra con SPID” presente nell’homepage, l’utente visualizzerà la pagina sottostante.

richiesta spid portale cittadinanza italiana online

L’utente sceglie uno dei seguenti Identity Provider:

  1. Aruba;
  2. InfoCert;
  3. IntesaID;
  4. Lepida;
  5. NamirialID;
  6. PosteID;
  7. SielteID;
  8. SpidItalia;
  9. TimID.

Visualizza la seguente pagina di Richiesta di Accesso dal Portale Servizi – ALI in cui è possibile inserire nome utente e password

accesso SPID portale online cittadinanza italiana

Le azioni possibili all’utente sono:
• Entra con SPID: per portare a termine l’azione di autenticazione;
• Annulla: per tornare alla pagina precedente;
• Recupera password: per reimpostare la password di accesso a SPID in caso di smarrimento o dimenticanza.

Dopo 4 tentativi di accesso con credenziali errate (nome utente e/o password) l’utenza verrà bloccata.

Se non si è sicuri della password si consiglia di procedere con il recupero della stessa mediante la procedura guidata.
Dopo aver fatto l’accesso con SPID, l’utente accede alla home page personale in cui visualizza il seguente menù di navigazione:

menu portale online cittadinanza
accesso portale ministero cittadinanza senza spid

Autenticazione con credenziali – Richiedenti residenti all’estero

Per gli utenti residenti all’estero che vogliono compilare una richiesta di Cittadinanza sono invece previste
due differenti modalità di accesso al sistema Portale Servizi:

  • se si è in possesso dello SPID, è possibile accedere utilizzando le credenziali rilasciate al momento dell’iscrizione allo stesso (come sopra descritto). In tale caso, sono visualizzati in maschera tutti e cinque i modelli di domanda, quali: A, B, C, AE e CE da poter compilare.
  • se non si è in possesso dello SPID, è necessario selezionare la voce “Accedi senza SPID” che mostra una nuova maschera dalla quale inserire le credenziali di accesso se già possedute. In tale caso, sono visualizzati in maschera solo i modelli di domanda AE e CE da poter compilare.

Nel caso in cui sia il primo accesso e non si posseggano quindi delle credenziali sarà necessario registrarsi al portale tramite l’apposita funzionalità di registrazione.

Registrazione al sito

L’utente seleziona “Registrati” per registrarsi al Portale Servizi ALI con la vecchia modalità di registrazione, alternativa a SPID per i soli utenti residenti all’estero e non possessori di SPID, e popola i campi riportati nella maschera seguente per effettuare la registrazione.

Si precisa che tutti gli utenti residenti all’estero, che avevano già inviato una domanda di cittadinanza tramite il precedente ALI, dovranno registrarsi nuovamente al nuovo Portale Servizi ALI tramite tale funzionalità ed in seguito effettuare l’associazione della domanda attraverso la funzionalità Associa Pratica.

registrazione utente residente estero portale cittadinanza

Reset password di accesso

Nel caso di dimenticanza della password questa potrà essere resettata e successivamente reimpostata tramite l’apposita funzionalità di reset password.

L’utente seleziona quindi “Reset Password” e popola i campi riportati nella maschera seguente indicando la mail utilizzata per la registrazione all’applicativo ed infine seleziona il pulsante Invia per ricevere sulla mail indicata le indicazioni del reset password.

password domanda cittadinanza italiana

L’utente seleziona dunque il link contenuto nella mail ricevuta per impostare la nuova password compilando i campi riportanti nella maschera seguente.

Per ultimare l’operazione è necessario inserire una password che rispetti i requisiti richiesti e selezionare infine il pulsante Invia.

reset password portale cittadinanza italiana

Da questo momento in poi l’utente potrà accedere al Portale Servizi ALI inserendo la nuova password impostata.

FAQ e Help Desk

Per ricevere assistenza durante la registrazione, o successivamente durante l’utilizzo del sistema di inoltro telematico delle istanze, sono disponibili due strumenti di supporto (sia all’interno della pagina principale del sito, sia all’interno dell’area personale):
• FAQ (Frequently Asked Questions): domande/risposte più frequenti inerenti la fase di registrazione, l’utilizzo del sito o del programma di compilazione.
• Help Desk: è disponibile un form per contattare il servizio di assistenza, attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 08:30 alle ore 18:00.

Per accedere a tale strumento utilizzare i link “Help Desk” presente nella sezione in basso di ogni maschera.

Home page del nuovo portale

Una volta effettuato l’accesso, l’utente accede alla homepage personale in cui visualizza:
• nella parte alta, il menu di navigazione che consente di scegliere l’invio delle istanze, e tutto ciò che a queste concerne, relative alla cittadinanza;
• nella parte centrale della Home page l’utente visualizza l’anteprima delle comunicazioni da leggere relative alle sue domande.

comunicazioni da leggere portale cittadinanza italiana

Sezione cittadinanza per compilare la domanda

Per tutte le funzionalità relative alla richiesta di cittadinanza italiana l’utente seleziona il menu a tendina CITTADINANZA dal quale poter:
• compilare una nuova domanda di cittadinanza;
• associare una pratica;
• consultare e rispondere alle comunicazioni;
• consultare lo stato pratica.

verifica comunicazioni portale online cittadinanza

Scegli il modello di domanda

Selezionando questa opzione, il richiedente potrà scegliere di compilare – in base alla modalità di accesso – uno dei cinque modelli di domanda per la richiesta della cittadinanza italiana tra:

modulo richiesta cittadinanza
  • MODELLO A – Articolo 5 relativo alla Richiesta per matrimonio o unione civile con cittadino italiano– riservato al coniuge/unito civilmente, straniero o apolide, di cittadino italiano che può richiedere la cittadinanza italiana quando, dopo il matrimonio, risieda legalmente da almeno due anni nel territorio della Repubblica, e non sia intervenuto lo scioglimento, l’annullamento o la cessazione degli effetti civili del matrimonio, non sussista la separazione personale dei coniugi e non sia stata manifestata la volontà allo scioglimento dell’unione. Il termine di due anni è ridotto della metà in presenza di figli natio adottati dai coniugi.
  • MODELLO B – Articolo 9 (lettere a, b, d, e, f) e/o Articolo16 – relativo alla Richiesta per residenza – riservato:
    • allo straniero del quale il padre o la madre o uno degli ascendenti in linea retta di secondo grado siano stati cittadini italiani per nascita, o che sia nato nel territorio della Repubblica e, in entrambi i casi, vi risieda legalmente da almeno tre anni, comunque fatto salvo quanto previsto dall’articolo 4, comma 1, lettera c);
    • allo straniero maggiorenne adottato da cittadino italiano che risiede legalmente nel territorio della Repubblica da almeno cinque anni successivamente all’adozione;
    • allo straniero che risiede legalmente da almeno dieci anni nel territorio della Repubblica;
    • allo straniero figlio di naturalizzato italiano che risiede legalmente nel territorio della Repubblica da almeno cinque anni successivamente alla naturalizzazione del genitore – in tal caso è necessario far riferimento all’art.9 lett.b) della domanda.
    • al cittadino di uno Stato membro delle Comunità europee se risiede legalmente da almeno quattro anni nel territorio della Repubblica;
    • all’apolide e al rifugiato che risiede legalmente da almeno cinque anni nel territorio della Repubblica;
  • MODELLO C – Articolo 9 lettera c – relativo alla Richiesta per servizio prestato alle dipendenze dello Stato italiano – tale modello è riservato allo straniero che abbia prestato servizio, anche all’estero, per almeno cinque anni alle dipendenze dello Stato italiano.
  • MODELLO AE – Articolo 5 relativo alla richiesta per matrimonio o unione civile con cittadino italiano– tale modello è riservato al coniuge/unito civilmente, straniero o apolide, di cittadino italiano che può richiedere la cittadinanza italiana, se residente all’estero, quando siano trascorsi tre anni dalla data del matrimonio, e non sia intervenuto lo scioglimento, l’annullamento o la cessazione degli effetti civili del matrimonio, non sussista la separazione personale dei coniugi e non sia stata manifestata la volontà allo scioglimento dell’unione. Il termine di due anni è ridotto della metà in presenza di figli nati o adottati dai coniugi.
  • MODELLO CE – Articolo 9 lettera c – relativo alla Richiesta per servizio prestato alle dipendenze dello Stato – tale modello è riservato allo straniero che abbia prestato servizio per almeno cinque anni alle dipendenze dello Stato.

Inizialmente (ovvero quando non ha compilato alcun modulo) ciascuno dei cinque moduli sarà cliccabile e compilabile. Il click sul pulsante COMPILA in corrispondenza del modulo scelto aprirà la compilazione della domanda e disabiliterà gli altri modelli.

La compilazione del modulo è divisa in sezioni e per procedere con l’invio della domanda è necessario compilare tutte le informazioni richieste. Il sistema segnalerà con opportuni messaggi esplicativi i campi da compilare obbligatoriamente e quelli compilati con caratteri o formati che non rispettano i requisiti richiesti.

Per un maggior supporto alla compilazione della domanda l’utente potrà scaricare, tramite l’apposito pulsante, le istruzioni di compilazione relative al modello in questione e consultare la normativa.

ATTENZIONE!! Ogni dichiarazione omessa o non veritiera, nonché qualsiasi formazione o utilizzo di dati falsi, comporterà conseguenze penali e/o amministrative nella sfera giuridica del richiedente.

errori nella compilazione della domanda di cittadinanza

Per spostarsi tra le pagine dell’istanza possono essere utilizzati i bottoni “Sezione precedente/Sezione successiva” oppure è possibile cliccare il nome della sezione dalla barra di avanzamento della compilazione presente nella parte laterale del modulo per accedere ad una specifica pagina. Le sezioni compilate correttamente vengono evidenziate in azzurro.

In ogni pagina, oltre ai pulsanti di navigazione, sono presenti i seguenti pulsanti:

  • “anteprima domanda”: produce un’anteprima stampabile dell’istanza compilata in formato pdf (necessario Acrobat),
  • esci dalla compilazione”: si abbandona la compilazione, un messaggio propone il salvataggio dell’istanza,
  • salva”: salva i dati inseriti,
  • invia domanda”: il pulsante si attiva quando l’istanza è correttamente compilata; prima dell’invio, il sistema effettua un ulteriore controllo di completezza/congruità dei dati inseriti, se tale controllo non va a buon fine non è possibile inviare l’istanza e viene restituito un messaggio d’errore con l’indicazione dei dati incompleti o non congrui.

Il richiedente potrà, tramite l’apposito pulsante, modificare (allegati compresi), riprendere la compilazione della domanda da dove lasciata o eliminare la domanda finché quest’ultima non verrà inviata.

Dopo l’invio, la domanda non sarà più modificabile.

richiesta cittadinanza italiana per i residenti in Italia e all'estero

Una volta inviata la domanda, sarà possibile solamente:
• generare l’anteprima in pdf tramite l’apposito pulsante ANTEPRIMA
• e Stampare la ricevuta della stessa tramite l’apposito pulsante RICEVUTA

data invio modello cittadinanza italiana

Scegli il modello di domanda

Una volta che la domanda sia stata accettata, l’utente ne riceverà opportuna comunicazione nell’apposita sezione a queste dedicata e, da quel momento in poi, alla domanda verrà assegnato un numero istanza e sarà inoltre possibile procedere con l’inserimento dell’eventuale legale di fiducia.

Portale online pratica cittadinanza italiana
inserimento avvocato domanda di cittadinanza
verifica invio domanda cittadinanza

Una volta inserito, il legale di fiducia sarà visibile nella sezione LA MIA DOMANDA DI CITTADINANZA dalla quale si potrà:
 generare l’anteprima in pdf della comunicazione – tramite il pulsante ANTEPRIMA
• stampare la ricevuta della stessa – tramite il pulsante RICEVUTA.

compilazione domanda cittadinanza

In seguito all’inserimento di questo, eventuali comunicazioni di preavviso di diniego saranno inviate anche al legale rappresentante indicato.

So quanto sia difficile muoversi nel mondo del diritto e avere a che fare con la burocrazia italiana.
Per questo motivo il mio obiettivo è solo uno: aiutarti!
Ti accompagnerò, passo dopo passo, nel giusto percorso per ottenere quello di cui hai bisogno.

Cosa aspetti?

PERMETTIMI DI ASSISTERTI

SONO QUI PER AIUTARTI!

Associa la pratica del vecchio sito

area personale portale cittadinanza associa pratica

Selezionando questa funzionalità, il richiedente potrà scegliere la modalità di associazione tramite la quale
associare una pratica precedentemente inviata alla nuova utenza.

  • Primo accesso alla domanda cartacea

Tramite questa modalità è possibile associare alla propria utenza la domanda presentata in modalità cartacea prima del 18 giugno 2015 al fine di visionarne lo stato della lavorazione.

Per far ciò è l’utente seleziona il pulsante associa in corrispondenza della funzionalità PRIMO ACCESSO ALLA DOMANDA CARTACEA, e compila tutti i campi necessari dalla maschera visualizzata ed infine seleziona il pulsante associa.

primo accesso alla domanda cartacea cittadinanza

In seguito all’associazione l’utente visualizzerà dunque lo stato della pratica associata.

  • Associa Pratica

Tramite questa modalità è invece possibile associare alla propria utenza le domande inviate online tramite le vecchie credenziali diverse da SPID al fine di visionarne lo stato di lavorazione.

Per far ciò l’utente seleziona il pulsante ASSOCIA in corrispondenza della funzionalità ASSOCIA PRATICA, compila tutti i campi necessari dalla maschera ed infine seleziona il pulsante associa.

associa pratica domanda di cittadinanza online

In seguito all’associazione l’utente visualizzerà lo stato della pratica.

Comunicazioni sullo stato della pratica

comunicazioni domanda di cittadinanza

Selezionando questa funzionalità, il richiedente visualizzerà una schermata suddivisa in due parti:

  • Nella parte alta, VISUALIZZA STATO PRATICA

In tale sezione sarà possibile visualizzare un messaggio con lo stato della pratica man mano che questo cambia di pari passo con l’avanzamento della lavorazione della stessa.

  • Nella parte bassa, COMUNICAZIONI

In tale sezione sarà possibile consultare tutte le comunicazioni ricevute, relative alla domanda
presentata, distinte in:

  • Comunicazioni DA LEGGERE contraddistinte dal colore azzurro
  • Comunicazione IN LETTURA contraddistinta da un banner laterale blu
  • Comunicazioni LETTE contraddistinte dal colore bianco

Per rispondere ed inserire eventuali allegati ad una comunicazione, l’utente compila i relativi campi dall’apposita sezione dedicata alla Risposta, disponibile solamente per le comunicazioni relative:

  • Alla richiesta di convocazione – in tal caso è possibile rispondere entro le 24 del giorno di convocazione.
  • All’azione 10 bis e all’integrazione 10 bis – per le quali sarà invece possibile inserire una risposta entro 30 giorni.

Il sistema segnalerà con opportuno messaggio l’impossibilità di inserire una risposta una volta scaduti i tempi consentiti.

So quanto sia difficile muoversi nel mondo del diritto e avere a che fare con la burocrazia italiana.
Per questo motivo il mio obiettivo è solo uno: aiutarti!
Ti accompagnerò, passo dopo passo, nel giusto percorso per ottenere quello di cui hai bisogno.

Cosa aspetti?

PERMETTIMI DI ASSISTERTI

SONO QUI PER AIUTARTI!

Questo articolo è stato scritto da:

AVV. FRANCESCO LOMBARDINI

Avvocato del Foro di Forlì-Cesena • Fondatore e Titolare del sito avvocatofrancescolombardini.it 

CONDIVIDI

Naviga tra gli articoli: