Studio Legale Permesso di Soggiorno coniuge e parente di 2° grado Cesena

convivi con un familiare cittadino italiano?
Avvocato per rilascio permesso di soggiorno motivi familiari art 19 T.U.

Permesso di soggiorno per motivi familiari art. 19 T.U.

Sei senza permesso di soggiorno ma CONVIVI con il coniuge (anche in presenza di unione civile) o con un parente entro il secondo grado (figlio, padre, nonno, fratello/sorella) cittadini italiani?

Hai diritto ad un permesso di soggiorno per motivi familiari! Scopri come ottenerlo!

Convivi con un familiare cittadino italiano?

Se convivi con un familiare cittadino italiano, fino al secondo grado, i sensi dell’art. 19 T.U. NON PUOI ESSERE ESPLULSO!

Infatti non è consentita l’espulsione, salvo che nei casi previsti dall’articolo 13, comma 1, nei confronti:
a) degli stranieri minori di anni diciotto, salvo il diritto a seguire il genitore o l’affidatario espulsi;
b) degli stranieri in possesso della carta di soggiorno, salvo il disposto dell’articolo 9;
c) degli stranieri conviventi con parenti entro il secondo grado o con il coniuge, di nazionalità italiana;
d) delle donne in stato di gravidanza o nei sei mesi successivi alla nascita del figlio cui provvedono.

La convivenza è quindi fondamentale: se convivi con il familiare cittadino italiano non puoi essere espulso e quindi hai diritto ad un permesso di soggiorno per motivi familiari!

Convivi con il cittadino italiano?

Attenzione la convivenza con il cittadino italiano è il requisito più importante!

La Questura dovrà verificare concretamente che tu convivi con il cittadino italiano. Per convivenza si intende coabitazione sotto lo stesso tetto!

Ma questo non basta, occorre anche che l’immobile disponga di una stanza idonea ad ospitarti! Infatti non potrà essere ritenuto valido un alloggio temporaneo (come ad esempio un divano letto!!).

  • Requisito fondamentale è quindi la convivenza con il parente cittadino italiano: sono frequenti i casi in cui la Questura notifica il provvedimento di espulsione proprio mentre siete li per richiedere il titolo di soggiorno perché ha accertato che non sussiste il requisito della convivenza!
  • Prima di presentare la domanda è assolutamente necessario trasmettere la dichiarazione di ospitalità, da parte del parente italiano, in questo modo potrete scongiurare l’ipotesi dell’espulsione.
  • ATTENZIONE! La Questura potrebbe darvi l’espulsione essendo clandestini anche se vi recate in Questura con il cittadino Italiano, pertanto, è fondamentale rivolgersi ad un Avvocato Immigrazione che vi possa assistere nell’intera procedura (inviando prima i documenti alla Questura e poi concordare direttamente il giorno dell’appuntamento per recarsi in Questura) per il rilascio del permesso di soggiorno per motivi familiari con il cittadino italiano.

Il familiare cittadino italiano ha redditi sufficienti per mantenerti?

In questo caso avrai diritto ad ottenere la carta di soggiorno quale familiare di cittadino UE, che avrà una durata di cinque anni e successivamente ti darà diritto di ottenere la carta di soggiorno permanente! Scopri di più leggendo l’articolo che ho appositamente creato.

Quali sono i documenti per il permesso motivi familiari art 19 t.u. (convivente con cittadino italiano)

GENITORE DI CITTADINO ITALIANO INFERIORE ANNI 18

  • DICHIARAZIONE DI PRESENZA
  • CERTIFICATO DI RESIDENZA E STATO DI FAMIGLIA DEL CITTADINO ITALIANO
  • ESTRATTO ATTO NASCITA CON MATERNITA’ E PATERNITA’
  • FOTOCOPIA DOCUMENTO IDENTITA’ CITTADINO ITALIANO
  • FOTOCOPIA DI TUTTE LE PAGINE DEL PASSAPORTO DEL GENITORE STRANIERO
  • 4 FOTO SFONDO BIANCO
  • MARCA DA BOLLO DA 16 EURO
  • NEL CASO IN CUI UNO DEI GENITORI RISIEDA  ALL’ESTERO E’ NECESSARIO ANCHE IL SUO CONSENSO TRADOTTO E LEGALIZZATO DALL’AMBASCIATA ITALIANA ALL’ESTERO

CONIUGE DI CITTADINO ITALIANO:

  • DICHIARAZIONE DI PRESENZA
  • DICHIARAZIONE DI OSPITALITA’ O CERTIFICATO DI RESIDENZA DEL CITTADINO STRANIERO
  • CERTIFICATO DI RESIDENZA E STATO DI FAMIGLIA DEL CITTADINO ITALIANO
  • ESTRATTO ATTO MATRIMONIO RILASCIATO DAL COMUNE, TRADOTTO E LEGALIZZATO DALL’AMBASCIATAITALIANA, SE CONTRATTO ALL’ESTERO E NON ANCORA TRASCRITTO
  • FOTOCOPIA CARTA IDENTITA’ DEL CITTADINO ITALIANO
  • FOTOCOPIA DI TUTTE LE PAGINE DEL PASSAPORTO DEL CITTADINO STRANIERO
  • 4 FOTO SFONDO BIANCO
  • MARCA DA BOLLO DA 16 EURO

FAMILIARE DI CITTADINO ITALIANO  (ART. 19)

  • DICHIARAZIONE DI PRESENZA
  • DICHIARAZIONE DI OSPITALITA’   O CERTIFICATO DI RESIDENZA DEL CITTADINO STRANIERO
  • FOTOCOPIA DI TUTTE LE PAGINE DEL PASSAPORTO DEL CITTADINO STRANIERO
  • ESTRATTO ATTO DI NASCITA (TRADOTTO E LEGALIZZATO O MULTILINGUE)
  • ESTRATTO ATTO DI NASCITA FIGLIO (TRADOTTO E LAGALIZZATO O MULTILINGUE)
  • ESTRATTO ATTO DI NASCITA CITTADINO ITALIANO  (RILASCIATO DAL COMUNE)
  • ESTRATTO ATTO DI MATRIMONIO
  • CERTIFICATO DI MATRIMONIO RILASCIATO DAL COMUNE
  • FOTOCOPIA CARTA D’IDENTITA’ DEL CITTADINO ITALIANO
  • CERTIFICATO DI RESIDENZA E STATO DI FAMIGLIA CITTADINO ITALIANO
  • C.U.2018 + ULTIMA BUSTA PAGA
  • PERMESSO DI SOGGIORNO
  • 4 FOTO SFONDO BIANCO
  • RICEVUTA DI VERSAMENTO BOLLETTINO POSTALE DI € 70.46

E dopo 5 anni di permesso di soggiorno per motivi familiari?

Trascorsi cinque anni di regolare soggiorno avrai diritto ad ottenere il permesso di soggiorno illimitato per soggiornanti UE di lungo periodo!

Se sei interessato al permesso di soggiorno illimitato, ho scritto una guida dedicata.

A chi si richiede?

Il permesso di soggiorno per motivi familiari perché conviventi con familiare cittadino italiano va richiesto direttamente alla Questura che è competente in base al luogo di domicilio/residenza del cittadino Italiano. 

E’ necessario richiedere un appuntamento direttamente alla Questura, allegando tutti i documenti richiesti, in seguito al quale verrà inviata la convocazione presso gli uffici della Questura per verificare i documenti, procedere alle impronte e al foto segnalamento. Se tutto è perfetto verrà rilasciato immediatamente il permesso di soggiorno cartaceo, diversamente si rischierà l’espulsione!

Hai bisogno di aiuto per richiedere il permesso?

Rivolgiti allo studio legale immigrazione di Cesena ed evita di incorrere in provvedimenti di espulsione, l'avvocato Francesco Lombardini ti aiuterà nella gestione dell'intera pratica.

Il primo passo per affrontare il tuo caso

Troviamo insieme la soluzione per risolvere ogni cosa

Vuoi parlare con l’Avv. Francesco Lombardini?

chiedi un appuntamento in Studio Legale a Cesena

oppure

chiedi una Consulenza Online

CLICCA SUL PULSANTE ROSSO