Sanatoria 2020 quanto tempo ci vuole?

sanatoria 2020 quanto tempo ci vuole

CONDIVIDI

CONDIVIDI

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email

Sanatoria 2020: quanto tempo ci vuole?

Nell’articolo di oggi, come promesso, voglio parlarvi della Sanatoria 2020 e in particolare rispondere alla domanda che più frequentemente mi viene rivolta.

Ti voglio subito anticipare che una recentissima sentenza del Consiglio di Stato ha stabilito che il tempo massimo per la sanatoria è di 180 giorni

Leggi l’articolo e guarda il video!

Prima di leggere l’articolo

GUARDA IL VIDEO

Indice

Quanto tempo ci vuole per la sanatoria 2020?

Purtroppo quando è stata fatta la sanatoria lo Stato Italiano non si aspettava così tante domande e, inoltre, il personale che si occupa di analizzare le singole domande non è sufficiente per garantire velocità nel controllo di tutte le istanze di emersione che sono state presentate.

Il decreto flussi e la sanatoria 2020

Ma non solo, questo tempo di attesa è aggravato anche dal fatto che poco dopo l’uscita della sanatoria è stato previsto il decreto flussi ed il personale che si occupa di analizzare le domande è lo stesso di quello che controlla le istanze di sanatoria.

Perché il mio amico ha già ricevuto risposta e io ancora no?

Non esiste un automatismo, tutte le domande verranno analizzate secondo l’ordine cronologico in cui sono state presentate.

Tuttavia può accadere che il funzionario che si occupa della Tua pratica si trovi in malattia, oppure in isolamento per coronavirus, oppure in maternità.

Questa situazione, quindi, impedisce temporaneamente il normale corso di analisi della domanda.

Se il tuo amico ha già ricevuto la risposta e magari la sua domanda è stata anche presentata dopo, non ti devi preoccupare. Può succedere proprio per i motivi che ti ho appena spiegato.

Gli ultimi aggiornamenti sullo stato di avanzamento delle domande 2022

In questo ultimo periodo finalmente qualcosa si sta muovendo!

Infatti parte delle domande che ho presentato per conto dei miei clienti stanno giungendo al termine, ma ancora la strada è lunga.

Quello che leggi sopra lo avevo scritto nel 2021, oggi, nel 2022 è cambiato tutto.

Infatti una recentissima sentenza del Consiglio di Stato ha stabilito che il termine entro cui deve essere definita la domanda di sanatoria è di 180 giorni

Questo significa che non devi più aspettare. 

Continua a leggere per scoprire come fare!

Cosa si può fare in attesa dell’esito della sanatoria?

Come sapete con l’invio della domanda non potete essere espulsi e inoltre potete già iniziare a lavorare.

Quindi non perdetevi d’animo e state tranquilli, arriverà la risposta per tutti!

Si può velocizzare la domanda di sanatoria 2020? [aggiornato 2022]

Questa è una domanda molto frequente.

La risposta è SI!

Una recente sentenza del Consiglio di Stato: la sentenza n. 3578 del 9 maggio 2022, ha finalmente stabilito che il termine massimo entro cui deve essere decisa la domanda di emersione è di 180 giorni, da quanto è stata inviata la domanda.

Per ottenere subito il permesso di soggiorno per sanatoria 2020 e quindi obbligare la Prefettura a concludere il procedimento che aveva avviato nel 2020 è necessario rivolgersi ad un Avvocato Immigrazione.

Infatti per poter attivare la procedura e ottenere subito il permesso di soggiorno a seguito della sanatoria 2020 occorre presentare con l’Avvocato un ricorso al TAR (Tribunale Amministrativo Regionale) contro il silenzio della Pubblica Amministrazione.

Scopri come ottenere subito il permesso di soggiorno per sanatoria 2020, leggi l’articolo completo che ho realizzato.

So quanto sia difficile muoversi nel mondo del diritto e avere a che fare con la burocrazia italiana.
Per questo motivo il mio obiettivo è solo uno: aiutarti!
Ti accompagnerò, passo dopo passo, nel giusto percorso per ottenere quello di cui hai bisogno.

Cosa aspetti?

PERMETTIMI DI ASSISTERTI

SONO QUI PER AIUTARTI!

Questo articolo è stato scritto da:

AVV. FRANCESCO LOMBARDINI

Avvocato del Foro di Forlì-Cesena • Fondatore e Titolare del sito avvocatofrancescolombardini.it 

CONDIVIDI

Naviga tra gli articoli: