Studio Legale solleciti cittadinanza a cesena

Velocizzare la domanda di cittadinanza
con il sollecito dell'Avvocato

VELOCIZZARE LA PRATICA DI CITTADINANZA ITALIANA SI PUO'?

Quante volte accade di aver inviato la domanda di cittadinanza italiana ma nonostante il tempo che passa è sempre ferma nella stesa fase, da mesi o anche da anni?

Ti rispondo io, tantissime, anzi troppe volte!

In questo articolo ti spiego come velocizzare la domanda di cittadinanza.

Ecco il video per aiutarti a capire meglio!

L a domanda è ferma da molto tempo sempre alla stessa fase?

Come velocizzare la pratica di cittadinanza?

La domanda di Cittadinanza Italiana si articola in diverse fasi, ognuna con un compito ben preciso.

Se sono passati diversi mesi, o anche anni, da quando hai presentato la domanda di cittadinanza italiana e sei ancora fermo sempre alla stesa fase, posso aiutarti attraverso la pratica di sollecito.

In che cosa consiste il sollecito della domanda di cittadinanza?

La pratica di sollecito si colloca all’interno del termine massimo di concessione della cittadinanza italiana (che ora con la nuova legge è di 24 mesi, prorogabile fino a 36 mesi per comprovati motivi oggettivi; leggi l’articolo che ho scritto a proposito del nuovo termine per la cittadinanza italiana).

 

Ma torniamo a noi.

Sollecitare la domanda di cittadinanza significa entrare direttamente nel procedimento.

Attraverso una richiesta di accesso agli atti, formulata da un Avvocato immigrazione, sarà possibile capire a che punto e fase si trova realmente la domanda.

Sollecitare la cittadinanza italiana non significa solo inviare lettere o Pec alla Pubblica Amministrazione, ma significa conoscere il presupposto giuridico per sollecitare e quindi rendere più veloce il rilascio della concessione delle cittadinanza.

Il primo aspetto fondamentale è quello di non trascurare la storia personale di ciascuno; infatti ogni cittadino straniero, ogni persona ha motivi diversi per diventare cittadino italiano e questi aspetti assumono un ruolo fondamentale nella scelta di come sollecitare la domanda ci cittadinanza.

Affidarsi ad un avvocato per velocizzare la domanda di cittadinanza

Il primo aspetto fondamentale per velocizzare la pratica di cittadinanza italiana è quella di affidare la domanda di cittadinanza ad un Avvocato immigrazione che sappia quando e come sollecitare la tua domanda e, soprattutto, che conosca il diritto dell’immigrazione.

 

Ti voglio fare un esempio:

Se hai presentato la domanda di cittadinanza e tuo figlio minorenne vive con te quando tu diventerai cittadino italiano, se tuo figlio è ancora minorenne avrà anche lui il acquisito lo stesso diritto e automaticamente sarà cittadino italiano come te!

Se tuo figlio diventa maggiorenne prima che tu sei diventato cittadino italiano, allora tuo figlio ha perso quel diritto!

Per questo motivo è fondamentale sollecitare nel modo giusto la pratica di cittadinanza italiana e solamente un Avvocato potrà aiutarti, facendo si che anche tuo figlio possa diventare insieme a te maggiorenne.

Ma questo era solo un esempio per spiegarti come un Avvocato può aiutarti a velocizzare la domanda di cittadinanza italiana!

come posso aiutarti ad ottenere la cittadinanza prima del tempo massimo

Mi occuperò personalmente di contattare con la mia posta elettronica certificata (PEC dell’Avvocato) il Ministero dell’Interno, la Prefettura e la Questura e  spiegherò i motivi per cui dovresti diventare Cittadino Italiano. 

Farò in modo che la tua domanda venga trattata con priorità rispetto a tutte le altre: in questo modo la tua pratica non verrà dimenticata.

Vuoi velocizzare la tua domanda di cittadinanza?
ATTENZIONE!!!

Se sono passati 48 mesi, il sollecito è inutile, in questo caso occorre iniziare subito la pratica di diffida.

Scopri in cosa consiste la diffida dell’Avvocato, guarda il video e continua a leggere.

 

Se è scaduto il termine massimo occorre procedere subito con la diffida dell'Avvocato

La legge impone un termine massimo e come abbiamo spiegato sopra il sollecito della cittadinanza si colloca all’interno di questo tempo massimo.
Se il tempo massimo è scaduto (24,36 o 48 mesi) e la cittadinanza non è ancora arrivata, il sollecito non serve a nulla, ma posso comunque aiutarti.

A cosa serve la diffida per la domanda di cittadinanza?

Attraverso la diffida della cittadinanza l’Avvocato metterà il Ministero dell’Interno, la Prefettura e la Questura nella condizione di dover decidere entro il termine massimo di 15 giorni, se nulla accade, allora, entro un anno di tempo da quando è scaduto il termine massimo si dovrà presentare ricorso al TAR – Roma per obbligare e condannare lo Stato a pronunciarsi e risarcire tutti i danni subiti dal ritardo!

Non hai ancora inviato la domanda di cittadinanza italiana? Scopri come posso aiutarti!

Il primo passo per affrontare il tuo caso

Troviamo insieme la soluzione per risolvere ogni cosa

Vuoi parlare con l’Avv. Francesco Lombardini?

chiedi un appuntamento in Studio Legale a Cesena

oppure

chiedi una Consulenza Online

CLICCA SUL PULSANTE ROSSO